Dalla parte dei bambini: siamo sicuri che ubbidire sempre, sia positivo?

//Dalla parte dei bambini: siamo sicuri che ubbidire sempre, sia positivo?

Dalla parte dei bambini: siamo sicuri che ubbidire sempre, sia positivo?

Una volta il genitore era autoritario, i bambini non avevano altra scelta che ubbidire. Le punizioni erano severe e la possibilità di discutere la regola era prossima allo zero.
Oggi è diverso, ci si informa molto con l’arrivo del bambino, e la maggior parte dei genitori cerca di rimanere il più lontano possibile da quell’immagine di genitori autoritari. Però arrivano i terribili 2 anni. Epoca in cui il bambino sfida mamma e papà al punto da mettere in discussione tutta la metodologia educativa che i genitori avevano scelto di seguire. 
La domanda, allora, che i genitori più frequentemente ci pongono è: “cosa abbiamo sbagliato?”.
Alle volte mi capita di sentire genitori sconfortati che mi riportano l’esempio di bambini nella cerchia di amici che, nelle situazioni, sembrano essere sempre perfetti, mai sfidanti, assolutamente ubbidienti, mai di disturbo agli adulti.

Come genitore a cena fra amici, posso capire il disagio che si prova di fronte a bambini così “perfetti”, mentre il nostro, terminato il piatto si alza da tavola, non riesce a stare seduto, va in giro per la pizzeria, ci sfida piangendo forte….
Per capire gli atteggiamenti dei bambini va sempre preso in considerazione il temperamento: bambini tranquilli fin dalla nascita saranno tendenzialmente più gestibili in situazioni del genere. Le bambine tendenzialmente, escluso le eccezioni che esistono, sono meno portate a scatenarsi motoriamente, e sopportano tempi più lunghi di inattività. Poi, però, ci sono i così detti “bambini ubbidienti”. Essere sempre ubbidiente a 2 anni è un’impresa quasi impossibile! A questa età il bambino vuole dire la sua, ci tiene molto a “non essere d’accordo”, vuole decidere tutto, è preda di rabbie molto forti se l’adulto non lo asseconda. Allora com’è possibile che alcuni bambini siano così bravi e ubbidienti? 
Il punto, forse, è domandarsi: cosa imparano, i bambini che ubbidiscono sempre?
Che dire la propria è sbagliato.
Che “non essere d’accordo” è sbagliato.
Che decidere qualcosa di diverso è sbagliato.
Allora domando: vorremmo che i nostri bambini da adulti, uomini e donne, abbiano queste convinzioni di fondo?
Certo mamme e papà, c’è la giusta via di mezzo fra “ti permetto tutto” e “il non ti permetto niente”: Senza regole non si può vivere, il limite va dato… ma questo è un altro discorso che merita un suo articolo!

Mamme e papà, grazie!
Sabrina

By | 2018-03-23T15:31:18+00:00 14 marzo 2018|Categories: Regole e bisogni del bambino|Tags: , , , |0 Comments

Lascia un commento

avatar